Significato Simbolico delle Figure Geometriche

In tutte le aree culturali troviamo numerose testimonianze dell’utilizzo di Figure Geometriche ricche di significati simbolici.

Le diverse civiltà hanno utilizzato per elaborare i loro manufatti artistici sia figure ispirate alla natura che forme astratte.

Entrambe sono state caricate di simbologie che ritroviamo costanti nel tempo e nello spazio.

Soprattutto le religioni aniconiche, come l’ebraica e l’islamica, hanno espresso pienamente la densità del Significato Simbolico delle Figure Geometriche.

Esse possono presentarsi:

singolarmente o combinate le une alle altre;

come elementi decorativi in manufatti di vario genere;

come strutture fondamentali, per esempio in architettura.

Il Significato Simbolico delle Figure Geometriche in alcuni casi venne esplicitamente teorizzato come ad esempio nel Medioevo, specialmente in architettura.

Nella maggioranza dei casi esso è implicito nelle forme e può essere recuperato e decifrato attraverso la comparazione delle culture.

 

Un esempio del Significato Simbolico delle figure Geometriche
La Porta del sepolcro ebraico di Kefer Yesef
Figure Geometriche - Porta del sepolcro di Kefer Yesef
Porta del sepolcro di Kefer Yesef

La Porta del sepolcro ebraico di Kefer Yesef è di epoca romana ed è esposto al Louvre.

Esso è stato preso dagli studiosi come esempio di decifrazione del Significato Simbolico delle Figure Geometriche.

Eccone l’interpretazione datane da Rutten nel suo “Arts et Styles du Moyen-Orient Ancien”.

La fascia verticale che divide in due il pannello (composta da sei Anelli e due Triangoli all’estremità) può indicare una Cintura, simbolo di fecondità.

Alla sua destra vi sono tre motivi:

in alto una Rosetta, simbolo di Apollo come dio Sole;

al centro, sei Quadrati imbricati, simbolo della creazione del mondo, avvenuta secondo la Bibbia in Sei giorni;

in basso, un’Elica, simbolo di Artemide come dea Luna.

Questa fascia rappresenterebbe l’Unione del Sole e della Luna regolatori del Tempo Terrestre.

Essa sarebbe Simbolo dello Sviluppo Cosmico nel Tempo e nello Spazio.

Alla sinistra della fascia vi sono altri tre motivi.

In alto, c’è un Candelabro a Nove Braccia che ricorda il Tempio di Gerusalemme.

Al centro, c’è un motivo floreale geometrico contenuto in un Esagono, simbolo delle Rivoluzioni Terrestri; questo ècontenuto a sua volta in un Cerchio, simbolo d’Eternità.

In basso, si trovaun Cofano stilizzato, contenente un Quadrato con un Cerchio al centro, simboli dell’Arca dell’Alleanza e del Libro della Legge.

Esso è sormontato da una Conchiglia con un Triangolo al centro, forse simboleggiante il ritorno della Creazione al suo Creatore.

La Nicchia della Thorà della sinagoga di Dura-Europos
Figure Geometriche - Nicchia della Thorà della Sinagoga di Dura-Europos
Nicchia della Thorà della Sinagoga di Dura-Europos

Quest’ultima figura sarebbe una schematizzazione della Nicchia della Thorà presente nelle sinagoghe dell’epoca, probabile modello per le Mihrab delle moschee.

Un esempio importante di Nicchia della Thorà è quello della sinagoga di Dura-Europos.

Esso presenta gli aspetti peculiari del sincretismo religioso tipico dell’epoca in cui fu eseguito.

Conclusioni

L’insieme di tali motivi rappresenterebbe l’interezza dell’universo creato e la sua ascensione verso la potenza creatrice che lo feconda.

Si tratterebbe quindi di un messaggio di salvezza adatto per un sepolcro di una persona credente nella risurrezione.

Questo esempio di interpretazione delle Figure Geometriche dimostra la loro infinita capacità di rappresentare quegli aspetti della realtà che sfuggono ad altri mezzi di conoscenza.

Nelle prossime pagine cercheremo di individuare il significato simbolico delle figure geometriche piane e dei solidi geometrici.

Partiremo dai quattro simboli fondamentali: il Centro, il Cerchio, la Croce e il Quadrato, per poi considerare le altre figure ad essi correlate.